Universo, conoscerlo per vederlo – Salvatore Albano

ottobre 26, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   0 Commenti

Recensione di Rodolfo Calanca

Quest’ultima fatica di Salvatore Albano è particolarmente ricca di informazioni storiche, di tecnologia strumentale e di tecniche d’osservazione astronomica. L’Autore è un notissimo osservatore visuale nonché collaboratore fisso della rivista cartacea COELUM Astronomia.

Ha al proprio attivo centinaia e centinaia di ore d’osservazione con svariati telescopi, da quelli entry level, fino agli strumenti al top della qualità e delle dimensioni ottiche. L’esperienza accumulata, gli interessi culturali profondi ed una notevole capacità di comunicazione gli consentono di cimentarsi con successo nella stesura di libri che, come questo, sono particolarmente “densi” di contenuti rilevanti anche dal punto di vista culturale.

Il  libro inizia con un capitolo molto esteso dedicato alla storia dell’astronomia osservativa, da quella visuale fino alle più recenti conquiste tecnologiche nell’ambito dei sensibilissimi sensori digitali.  L’accento è posto  sulle modalità di sviluppo degli strumenti, in particolare (come è ovvio per un esperto osservatore visuale) del telescopio, nel corso di ben quattro secoli. Tutti gli astronomi che hanno avuto un ruolo significativo nella conoscenza del cielo stellato sono citati e, spesso, il loro lavoro è analizzato in profondità. Ad esempio, alla pag. 36 e seguenti, l’Autore analizza tutte le ipotesi finora formulate al fine di spiegare la mancata osservazione di Galileo della splendida nebulosa M42 in Orione.

Altrettanto interessanti le nutrite pagine dedicate a grandi osservatori del cielo, quali il francese Charles Messier  ed il tedesco, naturalizzato inglese, William Herschel e la sua famiglia di grandi astronomi (la sorella Caroline e il figlio John).

Nel secondo capitolo l’Autore dedica un adeguato spazio   al processo che ci conduce alla comprensione di ciò che si vede attraverso l’oculare del telescopio.

Il terzo capitolo, scritto con il contributo di Giancarlo Favero, è ricco di considerazioni tecniche sulle modalità dell’osservazione telescopica.

Il libro è certamente utile sia agli osservatori “incalliti” del cielo, sia ai neofiti che si stanno accostando all’astronomia. Potersi avvalere della potenza descrittiva di un esperto quale è l’Autore, agevola grandemente la comprensione delle motivazioni, anche psicologiche, che spingono gli uomini alla contemplazione “ragionata” degli oggetti celesti.

Acquista su Amazon.it

Salvatore Albano ha presentato il suo libro durante la rubrica Chiedi all’Esperto di Astronomia Nova:









Articoli simili:

video rubrica, domande astronomiche

iniziative

Ultime Notizie