IL CALCOLO DEL DIAMETRO SOLARE CON IL TRANSITO DI VENERE

aprile 29, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Commenti

Costantino  Sigismondi

Fig. 1. Due le fasi della uscita di Venere nel 2004 (Immagini Hα di Anthony Ayomamitis, Atene, dettagli). I profili circolari di Venere e Sun sono fittati nella parte non distorta dell'immagine.

Introduzione

Il ruolo dei transiti di  Venere e Mercurio è fondamentale per conoscere la storia passata del diametro solare. Attraverso il parametro W, la derivata logaritmica del raggio rispetto alla luminosità,
i valori passati della luminosità solare possono essere recuperati.

Il fenomeno della goccia nera influisce sulla valutazione degli istanti di contatto interno ed esterno tra il disco planetario e il lembo solare (si veda l’articolo di Domenico Licchelli in questo numero della rivista, pag. 4).

Con questi istanti osservati confrontati con le effemeridi si ricava il valore del diametro solare.

La goccia nera e gli effetti del seeing si possono superare fittando, con due archi di cerchio sia per Venere che per il Sole, la parte non  distorta dell’immagine.

Le correzioni delle effemeridi dovute alla rifrazione atmosferica sono anche da prendere in considerazione.

Il prossimo transito di Venere consentirà una precisione del diametro del Sole migliore di 0.01 secondi d’arco, disponendo di buone immagini della fase di ingresso e di uscita, prese ogni secondo. Gli osservatori solari Cinesi sono nelle condizioni ottimali per ottenere dati utili per la misurazione del diametro solare con il transito di Venere del 5/6 giugno 2012 con una precisione senza precedenti, e con la calibrazione assoluta data dalle effemeridi.

Leggi l’articolo completo su Astronomia Nova di Maggio 2012 – DOWNLOAD

Costantino Sigismondi è Professore di Fisica all’Istituto Galileo Ferraris di Roma (via Fonteiana 111), insegna anche nelle Università di Roma: Sapienza, Unicampus e APRA.

Le sue attività di ricerca: Misure in alta precisione del diametro solare; vita, pensiero,  scienza e insegnamento di Gerberto di Aurillac.

Corsi di insegnamento universitario: Laboratorio di Astrofisica – Solar Physics (2002-oggi), La Terra nel sistema solare (2005-2009), Storia dell’astronomia (2002-oggi).









Articoli simili:

video rubrica, domande astronomiche

iniziative

Ultime Notizie