Astronomia Nova n.20

Numero 20 – Anno 2015

SCARICA IL PDF – N.20 (18MB)
(TASTO DESTRO > “SALVA OGGETTO CON NOME”)

copertina-astronomia-nova-20

Offrici un caffè! Sostieni Astronomia Nova con una donazione libera.

sommario-astronomia-nova

  • C. De Angelis, M. Romagnoli – La fotonica nell’anno della luce 2015, p. 04
  • C. Ruscica – Gli oggetti vaganti ‘identificati’, p. 09
  • M. Marelli – Blu Nobel, p. 14
  • S. Ossicini – L’aureola della gloria. Huygens, Newton e la natura della luce, p. 18
  • M.U. Lugli – La costellazione della Vergine e Spica, la stella dell’EXPO 2015, p. 21
  • S. Covino – Comete, spese e PIL, p. 25
  • M. Cardaci – Le macchie solari le ha scoperte… Pincopallo, p. 31
  • M. Dho -  Citizen Science: la protagonista di un prossimo libro, p. 37
  • M. Cardaci – Macchie, ombre e alieni, p. 45
  • P. Bacci – Il frammento B della cometa C/2011 J2 (LINEAR), p. 50
  • R. Calanca -Cometografia italica, (seconda parte) p. 57
  • F. Manzini – Una visione differente della cometa 67P: le polveri e i getti, p. 72
  • A. Villa – Transiti di pianeti extrasolari all’Osservatorio di Libbiano. Autunno 2014,p. 81
  • U. Quadri, et al. -  Cronistoria della scoperta di una nuova stella variabile, p. 85

astronomianova20

 

EDITORIALE A CURA DELLA REDAZIONE EAN 

Ecco un altro numero molto ricco della nostra webzine!
Ancora una volta, gli argomenti sui quali ci siamo soffermati sono, in primo luogo, l’Anno Internazionale della Luce ed argomenti affini, con gli articoli di De Angelis, Romagnoli, Marelli, Ossicini, senza dimenticare l’EXPO 2015, con l’articolo di Lugli che ci racconta la storia, il mito ed il catasterismo della Vergine e di Spica, che deve essere considerata, a pieno diritto la stella dell’EXPO.

Naturalmente non potevano mancare contributi all’impresa di Rosetta sulla cometa 67P. Segnaliamo il bell’articolo, riccamente illustrato, di Manzini, che mette in evidenza le zone della superficie della cometa dalle quali fuoriescono polveri e gas: le immagini son davvero straordinarie ed appositamente elaborate dall’autore. Consigliamo inoltre la lettura del contributo di Covino, che, in modo brillante e preciso, risponde alle critiche mosse da più parti, sui costi, ritenuti eccessivi e non giustificati, della missione Rosetta.
Un altro argomento, presentato da Ruscica, e che diventerà di drammatica attualità tra non molti anni, è la crescita, quasi esponenziale, del numero dei detriti spaziali artificiali che orbitano intorno al nostro pianeta, autentici proiettili con potenzialità devastanti per tutte le future imprese spaziali.
Poi, in ordine sparso, i contributi di Cardaci sulle macchie solari e la loro storia osservativa; la descrizione del frammento B della cometa C/2011 J2 (LINEAR) osservato in numerosi Osservatori, soprattutto italiani, che Bacci ha studiato, valutandone la velocità di distacco dal nucleo.
Proseguendo: la cronistoria della scoperta di una interessante variabile, avvenuta all’Osservatorio di Bassano Bresciano; l’osservazione di alcuni transiti extrasolari all’Osservatorio di Libbiano (i precedenti rapporti osservativi, sempre a cura di Villa, sono riportati nei precedenti nn. 18 e 19 di Astronomia Nova). Di particolare rilievo perché, almeno in Italia, si tratta di una novità assoluta, l’articolo di Dho sulla Citizen Science in rapporto all’astronomia. Questo contributo di Dho annuncia l’uscita, nel 2015, di un suo libro che farà il punto sulle più recenti ed evolute tecnologie e tecniche osservative in ambito astronomico. Il libro costituirà lo strumento più utile ed aggiornato, su questo argomento, in lingua italiana. Infine, ricordiamo la seconda parte dell’articolo sugli scopritori italiani di comete, scritto dal nostro direttore: un contributo storico che mancava e che arriverà, con la terza parte, fino ai giorni nostri.

 

Ultime Notizie