Rivista

Astronomia Nova n. 21 – 2015/2016

astronomianova-20

pdf ENTRA E SCARICA LA RIVISTA

sommario-astronomia-nova

  • Editoriale a cura della Redazione p. 05
  • C. Ruscica, KM3NeT, un Telescopio sottomarino per neutrini p. 06
  • G. Pappa, Le comete SOHO, cosa sono e come scoprirle p. 11
  • S. Masiero, R. Claudi, Metodi che usi, pianeti che trovi p. 20
  • M. Cardaci, Corsi e ricorsi del Sole p. 33
  • G. Pappa, Fotometeore p. 40
  • C. Ruscica, METI, il dibattito sui messaggi interstellari p. 48
  • S. Covino, Quando l’Italia aspirava alle stelle p. 55
  • M. Dho, Gimbal, una testa tuttofare p. 59
  • A. Villa, 2015-216: transiti di pianeti extrasolari all’Osservatorio di Libbiano (prima parte) p. 66
  • R. Calanca, D. Biancardi, C. Gavioli, Festival della Luce 2015 p. 78
  • R. Calanca, recensione: “L’esplorazione delle comete. Da Halley A Rosetta” di Cesare Guaita p. 98

pdfENTRA E SCARICA LA RIVISTA

EDITORIALE A CURA DELLA REDAZIONE EAN 

logo-astronomia-nova

Finalmente riprendiamo la pubblicazione di Astronomia Nova !

La webzine ha molti estimatori e può contare su di un gruppo di autori davvero bravi: allora dove sta il problema?
Perché non usciamo con regolarità? La risposta è purtroppo semplice: nonostante alcune condizioni sicuramente favorevoli, ve ne sono altre che penalizzano fortemente la gestione della webzine e la sua preparazione “materiale”.
Ci riferiamo soprattutto al TEMPO, entità impalpabile ma assolutamente essenziale…; è infatti la disponibilità di tempo che i componenti della Redazione possono dedicare per editare la rivista, ad essere sempre troppo poco. Ce ne scusiamo con i lettori che ci seguono ormai da alcuni anni, augurandoci che questo numero, uscito in ritardo, sia, almeno, di piacevole lettura. In effetti, ci sono numerosi articoli che crediamo possano interessare i nostri lettori; nel seguito ne citiamo alcuni.
Corrado Ruscica ne ha ben due: il primo riguarda il telescopio sottomarino per lo studio dei neutrini, un grande progetto europeo di ricerca che ha una delle sue basi principali in Sicilia. L’altro articolo esamina il dibattito sui messaggi interstellari per cercare il contatto con eventuali altre civiltà della Galassia.
Sabrina Masiero e Riccardo Claudi, astronomi INAF, trattano un argomento di grande attualità nella ricerca astronomica di punta: i metodi per rilevare pianeti extrasolari. Oggi i pianeti conosciuti (dopo un’esclalation ventennale, è infatti nel 2015 che si celebra il primo ventennio della scoperta di 51 Peg, il primo pianeta extrasolare scoperto) sono dell’ordine di un paio di migliaia, ed il loro numero cresce quasi esponenzialmente. Quali sono i metodi che ci consentono di aggiungerne sempre di nuovi? Sabrina e Riccardo li espongono in modo chiaro ed esaustivo.
Anche i due articoli del giovane Giuseppe Pappa vertono su argomenti capaci di coinvolgere non solo gli appassionati.
Il primo articolo esplora il mondo delle comete SOHO e fornisce utili indicazioni per cercarle nell’immenso archivio di immagini prodotto da questo straordinario osservatorio spaziale. Il secondo articolo costituisce un’ampia raccolta di “fotometeore” , ovvero, eventi luminosi che si possono osservare nell’atmosfera o sulla superficie terrestre. Il campionario di questi fenomeni, illustrato da Giuseppe, è davvero ampio ed affascinante! Anche l’articolo di Alberto Villa sulle osservazioni di transiti di pianeti extrasolari all’Osservatorio di Libbiano è davvero apprezzabile, dimostrando che è possibile ottenere eccellenti risultati, in un settore all’avanguardia dell’astrofisica di oggi, anche per gli astrofili che siano seriamente impegnati e determinati.
Terminiamo questa rassegna, assolutamente non esaustiva (abbiamo tralasciato di parlare di altri articoli che potrete scoprire e leggere, “sfogliando” le quasi cento pagine di questo numero della webzine) con un rapido cenno al Festival della Luce di Bondeno, in provincia di Ferrara, un’iniziativa alla quale EANweb ha dato il suo apporto di idee e di spirito organizzativo. Nei tre giorni del festival ben 23 relatori si sono succeduti sul palco, dimostrando ancora una volta che la cultura, scientifica, umanistica e tecnologica, è ben viva e presente in Italia. E’ stato il nostro contributo all’Anno della Luce che si è concluso proprio in questi giorni.
BUONA LETTURA!

arretrati