Archivio articoli: ‘recensioni’

Cile: il paradiso dell’astronomia – Lucia e Cesare Guaita

aprile 29, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

Cile: il paradiso dell’astronomia – Lucia e Cesare Guaita Recensione di Rodolfo Calanca I viaggi a sfondo scientifico e culturale hanno fatto parte, per secoli, del bagaglio di conoscenze che ogni personaggio di un certo livello sociale riteneva  indispensabile possedere. Famosi sono stati i viaggi in Italia che, per generazioni di giovani d'oltralpe di ricca famiglia borghese o aristocratica, segnavano il passaggio dalla giovinezza alla maturità. Ma sono noti anche i viaggi di formazione di personaggi già famosi nella loro epoca. Tra i tanti, qui voglio  ricordare il grande poeta tedesco Goethe, che, tra il 1786 ed il 1788, diede del nostro Paese una descrizione accurata e, salvo qualche eccezione, sostanzialmente positiva. Ma non solo uomini di lettere si recavano in Italia. Vi furono anche famosi astronomi; uno dei più noti del Settecento fu il francese Joseph-Jérôme Lefrançais de Lalande, illuminista massone, che percorse l'Italia in lungo e in largo, descrivendo tutto: usi, costumi, architettura, pittura, le corti aristocratiche ma anche gli  Osservatori astronomici (pochi e assai disorganizzati, e da lui fortemente criticati) allora esistenti nella Penisola. La sua passione per l'Italia è testimoniata dall'opera in nove volumi intitolata: "Voyage en Italie" pubblicata nel 1786. ...

Dava Sobel – Il Segreto di Copernico

febbraio 29, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

Dava Sobel – Il Segreto di Copernico Recensione a cura di Rodolfo Calanca Dava Sobel, giornalista e scrittrice di grande successo, autrice di alcuni dei migliori saggi scientifici a carattere divulgativo degli ultimi anni, questa volta sha rivolto la propria attenzione alla figura del "canonico di Frauenburg", il mitico e quasi sconosciuto Copernico. Sconosciuto perché i documenti originali sulla sua vita sono davvero scarsi. C’è da dire che, nonostante la scarsità delle notizie sulla figura del padre dell’eliocentrismo, la Sobel è particolarmente brava nel trattare in modo esauriente le biografie dei grandi personaggi della scienza, grazie alle sue innegabili qualità di scrittrice e all’originalità con la quale affronta il personaggio, supplendo alla scarsità con la fantasia. Dopo lo straordinario successo di Longitudine, il libro che l'ha consacrata tra le migliori divulgatrici viventi della scienza, ecco che il successo le arride nuovamente  e meritatamente (i precedenti libri, La figlia di Galileo e Pianeti, sinceramente non mi avevano affatto entusiasmato). Il volume ha un’impostazione storica accurata, frutto di ampie ricerche d’archivio. E’ evidente la mano di alcuni dei maggiori storici dell’astronomia: da Owen Gingerich  a André Goddu, che l’hanno supportata e guidata. In particolare, nel capitolo 12, la Sobel ...

Una via di fuga – Piergiorgio Odifreddi

gennaio 30, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

Una via di fuga – Piergiorgio Odifreddi Recensione di Rodolfo Calanca La lettura di questo volume del professor Odifreddi, il secondo della serie di una trilogia dedicata alla storia della geometria, riserva molte piacevoli sorprese a chi affronta, per la prima volta al di fuori di un assai datato percorso di studi, la miriade di influenze e connessioni - culturali, scientifiche, biologiche ed artistiche - di una materia  considerata, a torto, arida, astrusa e poco invitante. In una prospettiva rigorosamente storica, il superamento della visione fisica della geometria euclidea è sicuramente uno dei  motivi centrali del libro. Ancora nel 1781, Kant,  nella Critica della ragion pura, affermava che (pag. 198): “lo spazio euclideo è un a priori della nostra percezione […] se Kant aveva ragione, la geometria euclidea era un presupposto della nostra conoscenza del mondo, invece che una sua conseguenza, e persino la semplice immaginazione di geometrie non euclidee ci doveva essere preclusa”. Nella seconda metà dell’Ottocento, contro questa interpretazione della geometria della percezione Hermann von Helmholtz scrisse il ...

RECENSIONE: Moonbook69 Dall’Apollo 11 al Lunar Reconnaissance Orbiter

gennaio 01, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

RECENSIONE: Moonbook69 Dall’Apollo 11 al Lunar Reconnaissance Orbiter Recensione di Rodolfo Calanca Questo bel libretto, molto accattivante anche perché riccamente corredato da bellissime immagini in bianco e nero dei primi decenni dell’avventura spaziale, proveniente dagli archivi della NASA, ha lo scopo principale di raccontare l’avvincente storia della conquista umana del nostro satellite. Preceduto da una suggestiva prefazione di Margherita Hack, il volumetto raccogli i contributi di numerosi studiosi. Qui ne ricordiamo brevemente alcuni. Aurelio Magistà analizza con maestria gli articoli apparsi sui quotidiani  e sui periodici del luglio 1969 che riportano a grandi lettere la cronaca del grande sbarco. Gustoso, tra l’altro, il neologismo che  fu coniato dal quotidiano Il Tempo: lunauti. Anche l’Italia, indirettamente, ha dato il suo contributo al progetto Apollo. Armando Voza, infatti, descrive la figura di Rocco Anthony Petrone, direttore delle operazioni di lancio a Cape Kennedy, figlio di emigranti lucani giunti negli Stati Uniti nel 1921. Qui nacque Rocco Anthony nel 1926 che, dopo il servizio militare e la laurea in ingegneria meccanica al MIT, entrò a far parte della squadra di Wernher von Braun, con il quale però non ebbe rapporti facili.  Nel 1972 fu nominato condirettore NASA del programma Apollo/Soyuz. E’ venuto a mancare il ...

RECENSIONE: Cosa resta da scoprire di Giovanni F. Bignami

gennaio 01, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

RECENSIONE: Cosa resta da scoprire di Giovanni F. Bignami Recensione di Rodolfo Calanca Il professor Giovanni F. Bignami, recentemente nominato presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, è indubbiamente uno dei migliori divulgatori sulla piazza, non solo italiana. Con uno stile limpido e brillante, di rara capacità comunicativa (è un ammiratore incondizionato di Italo Calvino e del palindromico signor Qfwfq), i suoi libri raccontano la scienza e l’astronomia in modo davvero piacevole ed efficace. Non fa eccezione questa sua ultima fatica, con la quale l’Autore cerca di prevedere come sarà il mondo, la tecnologia e la scienza, al tempo del prossimo ritorno della cometa di Halley, cioè intorno alla metà di questo secolo. Bignami è ben cosciente dei rischi che si corrono nello scrivere un libro come questo (p. 7): “Adesso sappiamo che se qualcuno avesse scritto un libro come questo un secolo fa… le avrebbe probabilmente sbagliate proprio tutte”. Infatti nessuno avrebbe potuto prevedere le grandi scoperte del XX secolo, dalla bomba atomica alla genetica, alla nucleo sintesi stellare, ai computer… Comunque sia, il cimentarsi in una previsione sul futuro, specialmente ...

RECENSIONE: “L’enigma dei raggi cosmici” di Alessandro De Angelis

novembre 30, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

RECENSIONE: “L’enigma dei raggi cosmici” di Alessandro De Angelis di Rodolfo Calanca Si ringrazia l’AUTORE per il bel video che ha voluto realizzare per i lettori di ASTRONOMIA NOVA Questo affascinante libro di Alessandro De Angelis, professore ordinario di Fisica all’Università di Udine e al Politecnico di Lisbona è una bella storia in parte centrata sulla figura di un grande scienziato dimenticato che, in vita non ebbe i riconoscimenti che meritava: il fisico Domenico Pacini (1878-1934). La vita professionale di questo scienziato è emblematica di ciò che spesso è accaduto e, qualche volta accade tuttora, in Italia, quando le ricerche di maggior valore non hanno l’appoggio concreto ed il riconoscimento tangibile delle istituzioni e delle accademie. Come ci racconta De Angelis nel suo bel libro, Pacini aveva avuto una preparazione scientifica rigorosa e di ottima qualità. Cominciò ad interessarsi dei raggi cosmici nel 1907 e continuò a produrre esperimenti di grandissimo interesse scientifico fino al 1911. I risultati di queste ricerche,  furono raccolti in un articolo del febbraio 1912, nel quale asseriva  che: “esiste nell’atmosfera una sensibile causa ionizzante, con ...

RECENSIONE: “Il buio oltre le stelle” di Amedeo Balbi

novembre 30, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   1 Comment

RECENSIONE: “Il buio oltre le stelle” di Amedeo Balbi di Rodolfo Calanca Si ringrazia l’AUTORE per il bel video che ha voluto realizzare per i lettori di ASTRONOMIA NOVA: www.youtube.com/watch?v=_tDDqQJgF-k Secondo l’astrofisico Amedeo Balbi, gestore di un seguitissimo blog, keplero.org, ricercatore e professore aggregato presso l’Università di Roma Tor Vergata,  l’astronomia, in fondo, altro non è che una lunga lotta dell’uomo contro l’oscurità. Il racconto di questa lotta non è però né semplice e neppure lineare. L’autore,  in poco più di duecento pagine, riesce a disegnare, con mano particolarmente felice, una storia agile ed affascinante, che percorrendo i secoli, giunge fino ai giorni nostri. In essa trovano posto tutti i grandi astronomi e fisici che hanno creato la visione attuale del cosmo, una visione che certamente sarà work in progress, e quindi continuamente rimodellata, forse fin dalle fondamenta, innumerevoli volte e ancora per lunghissimo tempo. La storia è raccontata da Balbi secondo uno schema classico, brillante e piacevole, e tocca le concezioni geocentriche dell’antichità fino a arrivare al giorno d’oggi, con l’esposizione, negli ultimi capitoli, dei temi cosmologici ...

Universo, conoscerlo per vederlo – Salvatore Albano

ottobre 26, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

Universo, conoscerlo per vederlo – Salvatore Albano Recensione di Rodolfo Calanca Quest’ultima fatica di Salvatore Albano è particolarmente ricca di informazioni storiche, di tecnologia strumentale e di tecniche d’osservazione astronomica. L’Autore è un notissimo osservatore visuale nonché collaboratore fisso della rivista cartacea COELUM Astronomia. Ha al proprio attivo centinaia e centinaia di ore d’osservazione con svariati telescopi, da quelli entry level, fino agli strumenti al top della qualità e delle dimensioni ottiche. L’esperienza accumulata, gli interessi culturali profondi ed una notevole capacità di comunicazione gli consentono di cimentarsi con successo nella stesura di libri che, come questo, sono particolarmente “densi” di contenuti rilevanti anche dal punto di vista culturale. Il  libro inizia con un capitolo molto esteso dedicato alla storia dell’astronomia osservativa, da quella visuale fino alle più recenti conquiste tecnologiche nell’ambito dei sensibilissimi sensori digitali.  L’accento è posto  sulle modalità di sviluppo degli strumenti, in particolare (come è ovvio per un esperto osservatore visuale) del telescopio, nel corso di ben quattro secoli. Tutti gli astronomi che hanno avuto un ruolo significativo nella conoscenza del cielo stellato sono citati e, spesso, il loro lavoro è analizzato in profondità. Ad esempio, alla pag. 36 e seguenti, l’Autore analizza tutte le ipotesi finora ...

La parrucca di Newton – Jean-Pierre Luminet

ottobre 26, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   1 Comment

La parrucca di Newton – Jean-Pierre Luminet Recensione di Rodolfo Calanca L’autore di questo romanzo, perché di romanzo si tratta, è uno dei più conosciuti e creativi astrofisici francesi, Jean-Pierre Luminet. La sua biografia ci dispiega un curriculum impressionante: nel 1982 è stato tra i primi a studiare gli effetti del passaggio di una stella nei pressi di un buco nero supermassiccio. Dal 1995 si è occupato di topologia dell’Universo e, nel 2003, ha avanzato l’affascinante ipotesi (successivamente contestata da molti suoi colleghi) che alcune anomalie nell’anisotropia della radiazione cosmica di fondo, osservate dal satellite WMAP, possano essere spiegate supponendo  che l’universo presenti una curvatura positiva e che sia raffigurabile come uno spazio dodecaedrico di Poincaré. In tutti questi anni si è anche occupato di storia della cosmologia ed ha ampiamente studiato la figura del prete—cosmologo belga Georges Lemaître. Luminet è autore di varie biografie dedicate a grandi scienziati e matematici, tra le quali “Le baton d’Euclide”, “Le secret de Copernic”, “La discorde céleste” e “L’oeil de Galilée”; nessuna di queste è ancora stata tradotta in italiano. Con “La parrucca di Newton” Luminet ha ripercorso ...

video rubrica, domande astronomiche

iniziative

Ultime Notizie