Archivio articoli: ‘sole’

IL CICLO SOLARE

febbraio 23, 2013  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

IL CICLO SOLARE  di Lorenzo Brandi Presentazione video dell'autore [caption id="attachment_1793" align="aligncenter" width="500"] FIG. 1: Il diagramma riporta il numero di Macchie osservate dopo l’era del cannocchiale, fino al ciclo 23 (incompleto). Il ciclo 1 comincia in corrispondenza della freccia, nel 1755. Il tratteggio cade in corrispondenza della pubblicazione del 1844. dell’Astronomische Nachrichten. Si noti il cosiddetto minimo di Maunder fra fine XVII e inizio XVIII secolo.[/caption] Questo è un articolo del n.16 della rivista gratuita AstronomiaNova  -  SCARICA IL PDF -   Introduzione Sono passati svariati decenni dai tempi in cui l’uomo ha avuto prove incontrovertibili della presenza sul Sole di campi magnetici. Oggi i magnetogrammi più sofisticati anche da Terra riescono a monitorare l’evoluzione con poteri risolutivi di qualche decina di chilometri quadrati, mentre i satelliti tengono la nostra stella sotto osservazione costante. Le proprietà misteriose di alcuni minerali, chiamati magneti, capaci di attrarre a sé altri minerali simili o pezzetti di ferro era nota fin dall’antichità e l’ipotesi che anche i pianeti e le stelle avessero doti del genere era balenata nella mente dei più valenti ...

SPETTACOLARI IMMAGINI DEL SOLE!

settembre 18, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

SPETTACOLARI IMMAGINI DEL SOLE! Gianni Casalnuovo Immagine del Sole del 5 agosto 2012 alle 09:55 UT che mostra uno spettacolare filamento di straordinaria lun- ghezza, ben mezzo milione di chilometri! Alla seconda immagine, identica alla precedente, è stato sovrapposto il disco di Stonyhurst calibrato per Bo 6° (riferito alla data e ora di ripresa), in modo da poter stabilire esattamente le coordinate delle macchie e del filamento. L'immagine è stata ottenuta con Coronado e camera di ripresa DMK 41AU02.AS. L'immagine è il frutto di una elaborazione che ha richiesto la realizzazione di due filmati, uno sovraesposto per evidenziare le protuberanze, ed uno esposto normalmente per le macchie ed i filamenti. Successivamente ogni filmato e' stato elaborato con Registax (migliori 600 frames su 800), otte- nendo una immagine del disco con macchie e filamenti (immagine normalmente esposta) ed una immagine delle protuberanze (sovraesposta per evidenziarle), di queste due immagini e' stato fatto un collage con Photoshop. Leggi l'articolo completo su Astronomia Nova di Giugno - Settembre 2012 - Entra e Scarica il PDF

I TRANSITI DI VENERE SUL DISCO DEL SOLE (seconda parte)

settembre 18, 2012  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

I TRANSITI DI VENERE SUL DISCO DEL SOLE  (seconda parte) I TRANSITI VENUSIANI DAL 1639 AD OGGI Rodolfo Calanca - La   prima   parte   dell’articolo   è   uscita   sul   numero   di   maggio di ASTRONOMIA NOVA. Il transito di Venere del 1769 Annunciato da Halley nella famosa memoria del 1716, il transito del 1769 e la pianificazione delle osservazioni fu oggetto di studi accurati ma, a causa della difficile congiuntura politica europea seguita alla guerra dei Sette Anni, non sempre fu possibile inviare spedizioni in quelle che gli astronomi consideravano le località meglio situate per seguire il fenomeno. Le esperienze acquisite durante il transito del 1761, servirono   a   migliorare   i   metodi   d’osservazione   per   quello   successivo, certamente più favorevole perché più cen- trale del precedente e con un effetto della parallasse assai più sensibile. Lalande, mostrandosi oltremodo fiducioso nei risultati di questo secondo transito, scrisse che «si può guardare ad esso come ad una delle epoche memorabili  dell’astronomia  nel  diciottesimo  secolo».   Thomas Hornsby (1733-1810), professore di astronomia ad Oxford, nel ricordare agli astronomi del suo tempo la fortunata possibilità di assistere ad un secondo transito ad appena 8 ...

18 febbraio 2011: cronaca con immagini di un evento solare eccezionale

aprile 30, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

18 febbraio 2011: cronaca con immagini di un evento solare eccezionale Nascono quattro protuberanze solari e ne muoiono due di: Giancarlo Battisti Una mattinata piacevole, per un osservatore del Sole, quella del 18 febbraio 2010! Ho infatti assistito alla nascita di 2 protuberanze solari importanti, che sono scomparse nel giro di circa cinquanta minuti, contemporaneamente si sono sviluppate altre due protuberanze, una in prossimità di una macchia, mentre l’altra alla fine dell’osservazione, sul gruppo di macchie al bordo. Ho ripreso fotograficamente l’evoluzione del fenomeno sia in luce d’idrogeno che in luce bianca; vi sottopongo una sintesi delle immagini più significative. Ecco la sequenza dei fenomeni: Immagine 8169 – ore 11:39:34 inizio ad osservare il Sole e vedo uno strana conformazione che non ho ma mai osservato prima; una formazione emiciclica associata ad una zona più luminosa di facole; tale formazione si trova esattamente a nord della macchia solare più evidente nell’immagine; analogamente qualcosa di simile stava accadendo ...

video rubrica, domande astronomiche

iniziative

Ultime Notizie