Archivio articoli: ‘spettrografia’

Spettroscopia astronomica amatoriale fai da te (seconda parte)

luglio 27, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

Spettroscopia astronomica amatoriale fai da te (seconda parte) di Vittorio Lovato INTRODUZIONE Leggi la prima parte dell'articolo pubblicata sul n.3 di Astronomia Nova Seconda parte: C) – Spettroscopio catottrico a prisma di Littrow, focale 200 mm, ad autocollimazione (fig. 13) [caption id="attachment_702" align="aligncenter" width="300" caption="Fig. 13"][/caption] Quando s’impiegano collimatori a lenti, come nel caso in precedenza descritto, la gamma di lunghezze d’onda abbracciata dallo spettro, (al netto della sensibilità cromatica del sensore) è condizionata dai limiti entro i quali il collimatore è acromatizzato. Poiché la radiazione stellare eccede normalmente  detti limiti, i due estremi dello spettro si aprono a ventaglio, proprio perché interviene l’aberrazione cromatica, non più corretta, a modificare la focale e con essa la scala d’immagine alle estremità dello spettro. Il problema, anche se non drammatico a livello amatoriale,  può essere evitato ricorrendo a soluzioni che prevedono, ad esempio, l’impiego di collimatori a riflessione (specchi concavi) notoriamente immuni da qualsiasi cromatismo. E’ la scelta che è stata fatta nella costruzione dello spettroscopio per il telescopio R.C. da 500 mm, f/8, destinato all’Osservatorio G. Galilei di Libbiano (PI) dell’AAAV., ...

Spettroscopia astronomica amatoriale fai da te.

luglio 01, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   1 Comment

Spettroscopia astronomica amatoriale fai da te. di Vittorio Lovato INTRODUZIONE Con il presente saggio, l’autore desidera rendere noti alla comunità degli astrofili italiani, i risultati conseguiti nella progettazione e costruzione, in proprio, di spettroscopi amatoriali particolarmente studiati per essere impiegati sui telescopi, spesso di non grande potenza, posseduti dalla maggioranza degli astrofili, con la speranza di suscitare, fra costoro, degli emuli in grado di dare impulso e prestigio, in Italia, al “fai da te”, in questa particolarissima branca dell’astronomia. Per lo scrivente, l’interesse per la spettroscopia astronomica, inizialmente limitata all’osservazione del Sole, ma ben presto estesa agli oggetti stellari, può essere fatta risalire agli inizi degli anni ’90, grazie all’iniziativa dell’amico ALBERTO VILLA, all’epoca Presidente di un’agguerrita associazione astronomica dell’Oltrepò Pavese. È stato, infatti, nell’anno 1991 che, sotto il suo impulso, abbiamo concepito e insieme realizzato un primo spettroscopio grazie alla disponibilità, che si era venuta a creare, di un eccellente prisma a visione diretta, di una fenditura regolabile e di un telescopio newtoniano da 140 mm, f/8, arrangiato per l’occasione (Fig.1). Benché in quegli anni i moderni sensori elettronici non fossero ancora alla nostra ...

Spettrografia amatoriale: utilizziamo lo Star Analyser

maggio 26, 2011  |   AstronomiaNova   |     |   0 Comment

Spettrografia amatoriale: utilizziamo lo Star Analyser Alberto Villa Test eseguiti dal Centro Astronomico di Libbiano Introduzione Lo spettroscopio è uno strumento in grado di scomporre la luce “bianca” proveniente da una sorgente nei vari colori dell’iride, formando appunto quello che viene chiamato uno "spettro", nell’ambito del quale ad ogni “colore” è associata una determinata lunghezza d'onda. Sono fondamentalmente tre i tipi di spettri che possiamo osservare (fig. 1): lo spettro continuo, originato da un solido incandescente; lo spettro di assorbimento, dove il continuo è solcato da righe scure ben definite generate da gas inerte; lo spettro di emissione, dove righe più brillanti generate da gas eccitato risaltano su un continuo molto più debole, se non addirittura assente. [caption id="attachment_498" align="aligncenter" width="500" caption="Fig. 1: Tipi di spettro"][/caption] In astronomia abbiamo a che fare con spettri di emissione e di assorbimento, le cui righe identificano gli elementi presenti nell’oggetto esaminato. Il fascino della spettrografia è proprio quello di consentirci di andare oltre la semplice ripresa fotografica, introducendoci alla fisica e alla chimica dell’universo. Il recente avvento di sensibilissimi dispositivi ...

video rubrica, domande astronomiche

iniziative

Ultime Notizie